L’osteoporosi è una condizione che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Definita “subdola” perché, in silenzio, agisce sulle ossa dell’uomo, indebolendole, danneggiandole e causando conseguenze debilitanti. Oggi è possibile diagnosticarla e contrastarla, con metodiche efficaci ma soprattutto sicure per la persona.

Ma come può avvenire attualmente la diagnosi di questa malattia dell’apparato scheletrico?

 

Osteoporosi: la malattia delle ossa

L’osteoporosi è una patologia caratterizzata dalla perdita di massa ossea e quindi dalla fragilità scheletrica. In altre parole, le ossa diventano più deboli, rendendo le persone affette da questo disturbo più suscettibili a fratture, anche in seguito a traumi minori o a semplici movimenti quotidiani. 

Questa malattia può colpire diverse parti del corpo, ma le aree comunemente più coinvolte sono la colonna vertebrale, le anche e i polsi. Se non diagnosticata e trattata tempestivamente, l’osteoporosi può portare a gravi complicazioni e compromettere significativamente la qualità della vita quotidiana. 

 

Come riconoscere l’osteoporosi

Nelle fasi iniziali, l’osteoporosi può essere asintomatica e non manifestare alcun sintomo evidente. Ed è proprio qui che risiede il suo essere una malattia così subdola. Tuttavia, con il progredire della stessa, possono verificarsi alcune sintomatologie, che dovrebbero essere veri e propri segnali di allarme. Tra queste:

  • dolori ossei, spesso sordi e specie alla schiena;
  • unghie indebolite e tendenti alla rottura;
  • perdita di altezza
  • postura incurvata

Le fratture ossee, aventi luogo anche solo in seguito a micro traumi, in particolare al polso, alla colonna vertebrale e all’anca, sono tra i primi segni di osteoporosi.

 

Diagnosi osteoporosi: capiamo prima le cause

Le cause dell’osteoporosi possono essere molteplici e coinvolgere diversi fattori, tra cui:

  • invecchiamento;
  • genetica;
  • carenze nutrizionali, specie di calcio e vitamina D;
  • stile di vita sedentario;
  • eccessi nel consumo di alcol e di sigarette;
  • scarsa secrezione di estrogeni.

Ogni caso deve essere attentamente studiato da personale medico esperto, che saprà analizzare a fondo le condizioni del paziente.

 

Diagnosi osteoporosi: la densitometria con raggi X

Tradizionalmente, la diagnosi di osteoporosi viene effettuata attraverso l’utilizzo della radiografia o della densitometria ossea mediante raggi X

La densitometria ossea con raggi X è un esame diagnostico utilizzato per valutare la densità minerale ossea (BMD) in specifiche aree del corpo. Solitamente si focalizza sulla colonna vertebrale, sulle anche o/e sui polsi. 

Durante la densitometria ossea, il paziente viene esposto ad una bassa dose di radiazioni ionizzanti, mentre una macchina a raggi X misura la quantità di radiazioni assorbita dalle ossa. Questa misura viene quindi confrontata con i valori di riferimento per determinare la densità minerale ossea e valutare il rischio di fratture.

Nonostante la sua efficacia, la densitometria ossea con raggi X è considerata invasiva per quei pazienti che, già consapevoli della loro condizione ossea, devono sottoporsi a questo esame con una certa regolarità. A causa della costanza con cui devono eseguirlo, sono spesso esposti ai raggi X, anche se in minima misura.

Oggi si è reso necessario fornire un’alternativa. E, questa nuova opzione, è arrivata: la densitometria ossea senza raggi X. Domus Line Italia ti presenta MiniOmni.

Un’alternativa sicura, precisa ed efficace: densitometria senza raggi X MiniOmni

Grazie ai recenti progressi nel settore medico-tecnologico, è ora disponibile una soluzione non invasiva ma comunque efficace per la diagnosi dell’osteoporosi. Parliamo della densitometria senza raggi X MiniOmni

MiniOmni è un dispositivo multi-site innovativo, l’unico che grazie agli ultrasuoni permette un’identificazione precoce dell’osteoporosi. Si avvale della tecnologia quantitativa a ultrasuoni Omnipath, la quale valuta la velocità delle onde ultrasoniche (SOS) lungo l’asse di massima resistenza ossea, escludendo l’influenza dei tessuti molli e garantendo risultati estremamente precisi.

Il device MiniOmni, come detto, non è invasivo e consente un esame rapido e indolore. I suoi risultati forniscono una valutazione dettagliata della densità ossea e del rischio di fratture, consentendo ai medici di pianificare interventi preventivi o terapeutici mirati.

 

Sei interessato alla diagnosi osteoporosi con MiniOmni? Contatta Domus Line Italia

La diagnosi precoce dell’osteoporosi è fondamentale per prevenire le complicazioni e migliorare la qualità della vita dei pazienti. Grazie allo sviluppo di tecnologia all’avanguardia, come MiniOmni, è possibile ottenere una valutazione precisa e sicura della densità ossea, consentendo interventi tempestivi e mirati. 

Domus Line Italia si impegna ogni giorno a promuovere la salute e il benessere, attraverso soluzioni innovative, per un futuro più sano e sicuro per tutti. 

Se hai bisogno di maggiori informazioni su MiniOmni, non esitare a contattare il nostro team di esperti.

 

    Leave a Reply

    tre × uno =