Come agisce la magnetoterapia sull’artrosi

Sono numerosi gli effetti benefici che la magnetoterapia può avere nel trattamento dell’artrosi, una malattia molto invalidante che danneggia la cartilagine delle articolazioni provocando dolore e rendendo difficoltosi anche i più semplici gesti.
La magnetoterapia può combattere il processo degenerativo e offrire una sollievo dal dolore e una qualità di vita nettamente migliore!

Cos’è l’artrosi e chi colpisce

L’artrosi è una malattia reumatica che colpisce entrambi i sessi a partire dal quarantesimo anno di età. Diversamente dal pensiero comune è una patologia che colpisce sia individui giovani sia persone anziane (anche se in quest’ultima categoria è più diffusa). Prima dei quarantanni si ha un incidenza maggiore nei soggetti maschili, a partire dai quarantanni in su è più diffusa tra le donne.
Ad oggi solo in Italia sono quasi 5 milioni le persone affette da artrosi, basti pensare che è la principale causa della perdita di giornate lavorative.

Può avere anche origini genetiche, non è infatti difficile trovare diverse persone appartenenti alla stessa famiglia che soffrono di artrosi, ed è una malattia degenerativa che porta alla progressiva riduzione di alcuni elementi fondamentali per la salute delle articolazioni.

Cosa colpisce l’artrosi e che disturbi provoca

A sinistra tessuto osseo normale, a destra tessuto osseo con osteoporosi

L’artrosi intacca la cartilagine provocando il contatto tra le osse durante il movimento

 

Il processo degenerativo va a intaccare principalmente la cartilagine che si trova nelle articolazioni del corpo.
La cartilagine “consumata” viene sostituita da nuovo tessuto osseo e, in assenza della cartilagine, le ossa che formano l’articolazione entrano a contatto durante i movimenti provocando fastidio e dolore.

Questi sintomi portano ad assumere posture scorrette e a camminare in maniera sbagliata, a risentirne sono soprattutto i muscoli che oltre ad essere sforzati in maniera non corretta si indeboliscono per via di una diminuzione dell’attività da parte del malato che, provando dolore durante i movimenti, sarà portato ad assume abitudini sedentarie.
L’indebolimento e l’infiammazione delle fasce muscolari sono quindi sintomi indiretti che i malati di artrosi devono affrontare.

Trattamenti di magnetoterapia per l’artrosi

I benefici che si possono trarre dal trattamento elettromagnetico sono molto importanti perché vanno ad influenzare i due aspetti più rilevanti della malattia: la degenerazione e il dolore.
Innanzitutto la magnetoterapia aiuta a contrastare il dolore grazie a due principali effetti:

  • Effetto Antalgico: grazie al rilassamento del tessuto muscolare si ottiene una decompressione dei tessuti adiacenti, questo porta a un miglioramento della circolazione (dovuto alla diminuzione della pressione sulle arteriole e sulle venule) e a un aumento della soglia del dolore tramite il rilascio di endorfine. Tutto questo contrasta il processo infiammatorio;
  • Effetto sulla muscolatura: decomprime le articolazioni tramite il rilassamento delle fibre muscolari lisce, liberandole dalla pressione eccessiva.

Inoltre i campi elettromagnetici aiutano a contrastare la degenerazione della cartilagine favorendo allo stesso tempo la rigenerazione cellulare.
Tutto questo porta a una significativo rallentamento della malattia degenerativa oltre a offrire una qualità di vita nettamente migliore.

La magnetoterapia è inoltre priva di qualsiasi effetto collaterale e il trattamento può essere fatto dovunque e in maniera autonoma grazie a comodi elettromedicali, perfino mentre si dorme!
Per qualsiasi dubbio sulla magnetoterapia ecco una pagina che risponde a tutte le domande più comuni sull’argomento: www.domuslineitalia.it/progetto-salute/magnetoterapia
Se invece hai altri dubbi o vuoi sapere quale elettromedicale e più adatto alle tue esigenze compila il modulo che trovi qui sotto.

Contattaci, siamo a tua disposizione!

Scopri come la magnetoterapia può adattarsi alle tue esigenze, richiedi una consulenza gratuita e senza impegno!

 

Tieniti sempre aggiornato

Ti interessa questo argomento ed altri legati al nostro Progetto Salute? Iscriviti per rimanere sempre aggiornato!

Attenzione: Le informazioni presenti in questo articolo non possono sostituire il consulto di un medico e non vanno intese come consigli medici. Se soffri o pensi di soffrire di un disturbo rivolgiti al tuo medico.