Sonnolenza: meglio una rampa di scale o una tazzina di caffè?

Alzarsi la mattina per alcune persone è effettivamente difficoltoso, superato questo scoglio però durante la giornata capita molto spesso di ritrovarsi comunque attanagliati da una sensazione di sonnolenza.

Il rimedio più comune, specialmente per noi italiani, è quasi sempre una bella tazza di caffè, soprattutto se ad attenderci ci sono ancora diverse ore di studio o di lavoro.

E se il caffè non fosse la soluzione più efficace?

Le scale battono il caffè

Secondo una ricerca tenuta all’University of Georgia e pubblicata su “Physiology and Behavior”, un’attività fisica anche blanda come la salita e la discesa di alcuni scalini, è in grado di fornire una scarica di energia superiore a quella di una comune tazzina di caffè.

Lo studio ha preso in esame 18 studentesse con età variabile dai 18 ai 23 anni. Tutte le ragazze prese in esame avevano riferito di soffrire di disturbi del sonno e di non riuscire a dormire più di 6 ore mezza a notte.

Alle ragazze è stato chiesto in maniera alternata di svolgere un test per valutare le attività cognitive in seguito a una di queste tre alternative:

  • L’assunzione di una capsula contenente 50 mg di caffeina (il contenuto di caffeina presente in una comune tazzina di caffè).
  • L’assunzione di una finta capsula di caffeina contenente un placebo.
  • Un attività fisica blanda di pochi minuti a ritmo costante.

Sebbene in nessuno dei tre casi le partecipanti abbiano dimostrato miglioramenti cognitivi rilevanti, dopo aver effettuato una breve sessione di attività fisica le ragazze si approcciavano al test in maniera molto più energica e con più motivazione.

Perché l’attività fisica è meglio della caffeina

Durante un attività fisica anche molto leggera e breve (come una camminata a passo veloce o la salita di alcuni scalini) l’organismo reagisce con un notevole aumento dell’attività “simpatica”: basti pensare all’aumento del battito cardiaco.
Questo fattore funge da vera e propria “sveglia” cognitiva e fisica per il soggetto, a cui si aggiunge un rilascio di neurotrasmettitori che favoriscono una sensazione di benessere.

Gli studiosi consigliano quindi un attività fisica di 5-10 minuti poco prima di affrontare una lunga sessione di studio o di lavoro.

Contattaci, siamo a tua disposizione!

Vuoi approfondire altre tematiche legate alla salute? Non esitare a contattarci, tutte le nostre consulenze sono gratuite e senza impegno!

Tieniti sempre aggiornato

Ti interessa questo argomento ed altri legati al nostro Progetto Salute? Iscriviti per rimanere sempre aggiornato!